Beneficiari di Carta Acquisti
< < >-< I.Stat
Open all groups and itemsClose all groups and itemsSend link via emailPrintOpen in stand alone windowClose this window
Click to expand Sorgente
Click to collapse Sorgente
Click to expand Fonte(i) dei dati usata (e)
Click to collapse Fonte(i) dei dati usata (e)

Fonte dei dati: Archivio SICA (Sistema informativo Carta Acquisti):
Le informazioni statistiche sulla Carta acquisti sono state prodotte utilizzando l’archivio amministrativo, chiamato SICA (Sistema Informativo Carta Acquisti), istituito nel 2008, anno in cui è stata introdotta la Carta Acquisti (Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112, art. 81). L’unità di analisi statistica utilizzata è il titolare di Carta Acquisti.
La Carta Acquisti è la carta di debito, che può essere utilizzata per la spesa alimentare o per il pagamento di utenze domestiche. Quella ordinaria è concessa a cittadini italiani di età pari o superiore a 65 anni o minori di 3 anni, che versano in condizione di maggior disagio economico. Sulla Carta Acquisti vengono accreditati bimestralmente somme di denaro pari a 80 euro.
A partire dal 2014 è stata introdotta la nuova Carta Acquisti (Carta Acquisti Sperimentale), che prevede un contributo mensile che varia a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare: 2 membri (231 euro), 3 membri (281 euro), 4 membri (331 euro), 5 o più (404 euro).
I requisiti di reddito o di altro tipo per la Carta Acquisti Sperimentale sono i seguenti:
essere cittadino italiano o comunitario oppure straniero con permesso di soggiorno, residente nel Comune in cui presenta domanda da almeno 1 anno;
reddito ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro;
per chi è proprietario dell’abitazione: valore ai fini Ici inferiore a 30.000 euro;
patrimonio mobiliare inferiore a 8.000 euro;
eventuali trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale inferiori ai 600 euro mensili;
non possedere autoveicoli immatricolati nei 12 mesi precedenti, oppure autoveicoli superiore a 1300cc o motoveicoli superiori a 250cc, immatricolati negli ultimi 36 mesi;
in famiglia deve essere presente almeno un componente minore di 18 anni;
nessun componente del nucleo familiare deve prestare attività lavorativa al momento della richiesta e almeno un componente deve aver perso l'occupazione negli ultimi 36 mesi, oppure almeno un componenti deve avere un rapporto di lavoro il cui reddito percepito nei sei mesi antecedenti la richiesta, non sia superiore a 4.000 euro;
verrà data precedenza, a parità di altre condizioni a: famiglie con disagio abitativo, genitore solo con figli minorenni, genitori con figli disabili, famiglie con 3 o più figli.
L’aggiornamento dei dati relativi alla Carta Acquisti è fermo al primo semestre 2013; ciò proprio a causa di cambiamenti strutturali necessari all’introduzione della Carta Acquisti Sperimentale.

Beneficiari di Carta AcquistiFonte(i) dei dati usata (e)

Fonte dei dati: Archivio SICA (Sistema informativo Carta Acquisti):
Le informazioni statistiche sulla Carta acquisti sono state prodotte utilizzando l’archivio amministrativo, chiamato SICA (Sistema Informativo Carta Acquisti), istituito nel 2008, anno in cui è stata introdotta la Carta Acquisti (Decreto Legge 25 giugno 2008, n. 112, art. 81). L’unità di analisi statistica utilizzata è il titolare di Carta Acquisti.
La Carta Acquisti è la carta di debito, che può essere utilizzata per la spesa alimentare o per il pagamento di utenze domestiche. Quella ordinaria è concessa a cittadini italiani di età pari o superiore a 65 anni o minori di 3 anni, che versano in condizione di maggior disagio economico. Sulla Carta Acquisti vengono accreditati bimestralmente somme di denaro pari a 80 euro.
A partire dal 2014 è stata introdotta la nuova Carta Acquisti (Carta Acquisti Sperimentale), che prevede un contributo mensile che varia a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare: 2 membri (231 euro), 3 membri (281 euro), 4 membri (331 euro), 5 o più (404 euro).
I requisiti di reddito o di altro tipo per la Carta Acquisti Sperimentale sono i seguenti:
essere cittadino italiano o comunitario oppure straniero con permesso di soggiorno, residente nel Comune in cui presenta domanda da almeno 1 anno;
reddito ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro;
per chi è proprietario dell’abitazione: valore ai fini Ici inferiore a 30.000 euro;
patrimonio mobiliare inferiore a 8.000 euro;
eventuali trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale inferiori ai 600 euro mensili;
non possedere autoveicoli immatricolati nei 12 mesi precedenti, oppure autoveicoli superiore a 1300cc o motoveicoli superiori a 250cc, immatricolati negli ultimi 36 mesi;
in famiglia deve essere presente almeno un componente minore di 18 anni;
nessun componente del nucleo familiare deve prestare attività lavorativa al momento della richiesta e almeno un componente deve aver perso l'occupazione negli ultimi 36 mesi, oppure almeno un componenti deve avere un rapporto di lavoro il cui reddito percepito nei sei mesi antecedenti la richiesta, non sia superiore a 4.000 euro;
verrà data precedenza, a parità di altre condizioni a: famiglie con disagio abitativo, genitore solo con figli minorenni, genitori con figli disabili, famiglie con 3 o più figli.
L’aggiornamento dei dati relativi alla Carta Acquisti è fermo al primo semestre 2013; ciò proprio a causa di cambiamenti strutturali necessari all’introduzione della Carta Acquisti Sperimentale.